Social Media Intelligence

7 passi per lo sviluppo di un progetto di Social Media Intelligence

Ogni corretta strategia di Digital Marketing deve iniziare da un attento ascolto del web (web listening) per capire come il Brand è percepito e in quali luoghi della rete. In base alla nostra decennale esperienza abbiamo redatto 7 suggerimenti per approcciare correttamente l’ascolto della rete.

1. Definisci un obiettivo

Perché vuoi ascoltare la rete e monitorare i Social Network? Gli obiettivi possono essere molteplici ed indirizzare un progetto di Social Media Intelligence verso diversi approcci. Tipicamente una azienda ascolta la rete per:

  • misurare la propria web reputation, attraverso indici come il Net Promoter Score;
  • gestire problematiche di Crisis Management;
  • fornire un servizio di assistenza clienti o come spesso viene definito di Social CRM;
  • valutare punti di forza e/o debolezza dei competitor;
  • anticipare i bisogni dei clienti.

La scelta dell’obiettivo impatta necessariamente sulla tipologia di dati che andrò a utilizzare:

  • dati già presenti in rete (back-data);
  • contenuti in real-time.

2. Crea una lista di keyword

Una volta definito l’obiettivo sviluppa una lista di keyword e/o frasi che contestualizzino il tuo dominio di analisi. Questa lista dovrà essere necessaria dinamica. Modificala e ottimizzala con l’evolversi del tuo bisogno informativo.

3. Scegli la piattaforma di Social Media Intelligence

Molteplici sono le piattaforme presenti sul mercato, ognuna con le sue caratteristiche. Scegli quella che meglio soddisfa le tue esigenze. Le risposte alle seguenti domande potrebbero influenzare e supportare la tua scelta:

  • In quale territori/lingue devo sviluppare il mio progetto di Social Media Intelligence?
  • Qual è la copertura della piattaforma in questi paesi?
  • Quali social network non vengono monitorati dal tool di ascolto?
  • Quale orizzonte temporale mi interessa? Il passato o solo il presente?
  • Quale metriche mi fornisce la piattaforma?

Avrò la possibilità di esportare in altri formati (xls, csv,…) i dati raccolti dalla piattaforma di ascolto delle rete?

Un consiglio, prima di acquistare una piattaforma sul mercato prova i Listening Tool gratuiti che puoi trovare in rete, qualche suggerimento?

4. Testa le tue Keyword

Definita la lista e adottata la piattaforma, testa sempre le keyword scelte, ottimizzale e integrale, se necessario con keyword più aderenti al tuo dominio di indagine. Ricorda sempre che un progetto di Social Media Listening è un progetto dinamico in continua evoluzione.

5. Pulisci i risultati

Nonostante i tool di ascolto della rete abbiano fatto passi da gigante nel restituire risultati coerenti con le chiavi di ascolto e con i confini di indagine, è sempre bene sviluppare una fase di pulizia del dato o sviluppare un processo di data quality. Principalmente per due ordini di motivi:

  • Eliminare i risultati non coerenti con il dominio di indagine;
  • Correggere il Sentiment attribuito automaticamente della piattaforma.

6. Elabora il dato

Scegli l’approccio che preferisci. Puoi utilizzare le dashboard fornite dalle piattaforme di ascolto delle rete oppure esporta i dati e utilizza tutte le tue competenze di Data Analyst. Un consiglio? Non ti accontentare di una lettura immediata del dato ma prova ad andare in profondità incrociando metriche e canali di provenienza dei risultati.

7. Utilizza i principali Insights a livello strategico

Un progetto Social Media Intelligence non è mai un “nice to have”, ma un utile strumento, qualunque sia l’obiettivo scelto, per ottimizzare le strategie aziendali o quelle legate più strettamente a un prodotto o servizio. Un progetto di Social Media Intelligence è patrimonio dell’azienda e non solo del dipartimento di marketing o comunicazione o delle ricerche di mercato.